Faceless

Temevo questo libro.Temevo di sciogliermi in lacrime, avevo paura che, avendo come protagonista un’adolescente, con lo scorrere delle pagine, il nucleo del romanzo si sarebbe perso. Insomma avevo paura del cliché che sta in agguato nella maggior parte di ogni libro YA..NIENTE DI PIÙ SBAGLIATO! (a parte la questione delle lacrime, ovviamente!)Questo libro è bellissimo!

Questa è la storia di Maisie, una 16enne come tante, carina, simpatica, intelligente, preparata. Eccelle nella corsa, ha una migl

Temevo questo libro.Temevo di sciogliermi in lacrime, avevo paura che, avendo come protagonista un’adolescente, con lo scorrere delle pagine, il nucleo del romanzo si sarebbe perso. Insomma avevo paura del cliché che sta in agguato nella maggior parte di ogni libro YA..NIENTE DI PIÙ SBAGLIATO! (a parte la questione delle lacrime, ovviamente!)Questo libro è bellissimo! Questa è la storia di Maisie, una 16enne come tante, carina, simpatica, intelligente, preparata. Eccelle nella corsa, ha una migliore amica un po’ sopra le righe, due genitori che litigano alla prima occasione e un fidanzato dalla mente di un calcolatore, del quale è fortemente innamorata. Una vita speciale, semplice. Una ragazzina dolce, simpatica, competitiva, che si appresta a frequentare l’ultimo anno delle superiori per poi compiere il primo passo verso l’età adulta: lasciare casa ed entrare al college.Eppure il destino è in agguato. A causa di un incidente di carattere elettrico, Maisie, perderà completamente le guance, il naso e altri parti del viso, subirà così un intervento di trapianto facciale. Un viso di un’altra al posto del suo.Inizia, così, per Maisie un percorso difficile, fatto di dolore, dubbio, solitudine e rimpianti, un percorso che, alla fine, la porterà a scoprire una nuova Maisie.Un libro assolutamente non

The Best Essay Writing Service - EssayBox.org

banale che tutti dovrebbero leggere. Ho adorato come la Sheinmel riesca a trascinare il lettore nella mente di Maisie. È un viaggio introspettivo, duro, pesante, fatto di continui sconvolgimenti, di cose difficili, per un’adolescente, accettare. Maisie si vede scivolare tra le mani la vita di prima, in attimo e dovrà imparare a convivere con un nuovo corpo, tutto quello che sembrava scontato, ora, diventa una meta da raggiungere, un traguardo importante da superare. Gli sguardi curiosi degli altri, trafiggono Maisie, le fanno costantemente ricordare ciò che ha perduto. Arrabbiata, amareggiata e depressa Maisie allontanerà da se tutti quelli che la amano con una certa cattiveria e io ho adorato questo passaggio. L’autrice entra perfettamente il punto: nessuno da agli altri il permesso di giudicarti per il tuo aspetto, ma nessuno da a te il permesso di ferire chi ti è vicino solo per autocommiserazione personale. Maisie mi è piaciuta proprio per questo. È una protagonista estremamente reale. Il suo primo pensiero, dopo l’incidente, è l’inquietante domanda “chi mi amerà adesso che sono un mostro?”. Perché è inutile girarci intorno, per un’adolescente (e non solo), l’aspetto fisico non è tutto ma è tanto.L’autrice accompagna la sua protagonista in un viaggio di maturazione, accettazione e saggezza, Maisie scoprirà veramente cosa significa vivere una seconda vita e si ritroverà a fare scelte importanti, scoprendo un lato del suo carattere veramente forte e deciso. Il romance, che è in secondo piano, è gestito benissimo. Chirang è un ragazzo d’oro. Questo mi ha reso un po’ triste, perché nella realtà chi deve far fronte a problemi simili a quelli di Maisie spesso non ha un cavaliere su cui contare…

Lettura consigliata!

...more


Category: Review

Similar articles: